Post thumbnail

Dark and Light: un nuovo MMORPG sandbox con un ottimo potenziale

POSTED BY Federico Pirone 7 agosto 2017

Nel 2004 è stato presentato un gioco con una caratteristica particolare: all’uscita avrebbe avuto la mappa più grossa di sempre, il titolo in questione era Dark and Light. Sviluppato da Farlan Entertaiment aveva creato aspettative molto alte. Dipinto come un gioco mai visto prima e innovativo a livelli strabilianti, prometteva (fra l’altro) un alter ego virtuale all’interno di una mappa sconfinata e questo non era cosa da poco, considerato l’anno in cui veniva annunciato. Il 5 giugno 2006 Dark and Light vede finalmente la luce, ma in una forma non proprio completamente corrispondente a quella promessa dagli sviluppatori, anzi comparendo sul mercato con caratteristiche a malapena accettabili, a non voler essere troppo severi nella valutazione. Il titolo di Farlan Entertaiment presentava texture al limite del pessimo, densità poligonali non da meno e un motore grafico riciclato da un simulatore di volo, non proprio adatto a questo genere di gioco. Il titolo, come si può immaginare si è rilevato un fallimento e dopo nemmeno un anno dalla pubblicazione i server sono stati chiusi senza nessun preavviso. Poco dopo tutto il progetto passava nelle mani di sviluppatori molto più capaci: Snail Games. Sarebbero riusciti a recuperare questo progetto ormai apparentemente perso ?? Da questo momento al di fuori della notizia, nel 2008, di un cambio di motore grafico, non si è più saputo nulla di Dark and Light, quasi come fosse sparito dalla scena videoludica. Ma nel 2012 ecco un colpo di scena con un video pubblicato direttamente da Snail Games, in cui mostravano il lavoro svolto in quegli anni di silenzio, da cui si poteva notare un grosso cambiamento nell’intero prodotto. Dopo questo annuncio è di nuovo tornato il silenzio del periodo 2008-2012 ed è durato fino al 2016, anno in cui è avvenuto un ulteriore cambio di motore grafico: Unreal Engine 4. Snail games aveva rivisto completamente il gioco, non solo nella sua veste grafica, ma nell’intera struttura di gioco evidenziando una differenza abissale nel confronto con le versioni precedenti.

 

 

Finalmente, dopo questo percorso tortuoso, il 20 luglio 2017 Dark and Light vede di nuovo la luce, anche se in versione early access. Il lavoro fin qui svolto dal team di sviluppo si vede, ma la strada da compiere è ancora lunga, sebbene le potenzialità di questo gioco rappresentino una grossa opportunità per la software house. Nella versione rilasciata di DNL  i giocatori hanno la possibilità di scegliere se appartenere alla fazione dei i Nani, degli Elfi oppure degli Umani, anche se tutti impegnati nella battaglia che vede contrapporsi la luce e l’oscurità.

Il titolo necessità di ulteriori miglioramenti sotto tutti gli aspetti, ma i principi per un buon prodotto ci sono sicuramente. Augurandosi che Snail Games non commetta errori e che porti avanti “la sua creazione”  nel migliore dei modi, magari dando il giusto valore ai feedback della community.

Riassumendo la valutazione di questo gioco può essere la seguente:

  • GAMEPLAY                                             70/100
  • GRAFICA                                                 80/100
  • CONTROLLI                                           75/100
  • AMBIENTAZIONE                               80/100

 

VOTO COMPLESSIVO                                  75/100

La valutazione indica che il titolo è sopra la sufficienza, ma che ancora necessità di miglioramenti e accorgimenti che si spera verranno eseguiti, oltre a questo non dimentichiamoci, che le recensioni, per quanto imparziali, possono essere frutto di opinioni personali. Rimaniamo in attesa di nuovi aggiornamenti presentati per Dark and Light e vedremo se Snail Games sarà in grado di riuscire dove altri hanno fallito.

 

 

The following two tabs change content below.

Federico Pirone