Gianfranco

U.S. Real Savoia Official Page

Recommended Posts

U.S. REAL SAVOIA 2014

 

STEMMA

Adobe-20190921-174742.png

 

IMG_2855_FILEminimizer.jpg

CITTÀ': TORRE ANNUNZIATA

Torre Annunziata è la città del Savoia. L’antica Oplontis, da oltre un secolo, incrocia la sua storia con quella della principale realtà sportiva cittadina. Un connubio indivisibile che rende il Savoia, con il gran blasone del suo nome, punto d’orgoglio per l’intera cittadinanza. La storia della nostra città si perde nella notte dei tempi. La romana ‘Oplontis’ fu luogo di villeggiatura dei Patrizi dell’Impero. Ne sono testimonianza gli scavi archeologici con la Villa di Poppea, in onore della moglie dell’imperatore Nerone, ad evidenziare il ruolo di primaria importanza del nostro territorio per i romani. Quando nel 79 d.c. il Vesuvio eruttò anche Oplontis fu spazzata via dalla ‘rabbia’ del vulcano. I secoli successivi furono contrassegnati proprio dalle eruzioni del Vesuvio cui si legò la storia della Patrona di tutti i torresi: Maria Santissima della Neve. La mattina del 22 ottobre 1822, dopo due giorni di convulsa attività vulcanica, Torre Annunziata era avvolta in un’oscurità intensa interrotta da lampi accecanti. La caduta di cenere e lapilli non diminuiva di intensità: una colata lavica minacciava la zona limitrofa di Boscotrecase. Il popolo, atterrito, corse ai piedi della Madonna. Dalla chiesetta dell’Ave Gratia Plena fu improvvisata una processione che andò a fermarsi in Piazza Ernesto Cesaro. Mentre il sacerdote Rocco Baly esortava i torresi ad aver fiducia in Maria, le tenebre furono squarciate da un raggio di sole che andò a posarsi sul volto della Madonna. Torre Annunziata era salva. Il “miracolo” del 22 ottobre 1822 viene ricordato ogni anno con la processione per le strade cittadine che richiama migliaia di fedeli da tutti i comuni del comprensorio.

Immagine.png

Oggi Torre Annunziata rientra nell’area metropolitana di Napoli. Dai dati dell’ultimo censimento Istat, datato 2010, la popolazione supera di poco i 43.000 abitanti. Da sempre nota come la città della pasta, la famosa ‘arte bianca’. Attualmente il solo pastificio Setaro porta avanti una tradizione secolare. Due le stazioni delle Ferrovie dello Stato, una della Circumvesuviana, duei caselli autostradali (Nord r Sud), terzo porto della Campania dopo Napoli e Salerno. Torre Annunziata è sede di Tribunale e Procura della Repubblica. Il più rilevante impianto sportivo è lo stadio comunale ‘Alfredo Giraud’ casa del Savoia, la squadra di calcio cittadina. Altre realtà sportive cittadine sono impegnate nei campionati di pallavolo e basket. Importante la tradizione pugilistica con la ‘scuola’ di Biagio Zurlo.

“Pranzammo a Torre Annunziata con la tavola
disposta proprio in riva al mare.
Tutti coloro erano felici d’abitare in quei luoghi
alcuni affermavano che senza la vista del mare
sarebbe impossibile vivere.
A me basta che quell'immagine rimanga nel mio spirito.”

J.W. GOETHE (da Viaggio in Italia)

13 marzo 1787

STADIO: "ALFREDO GIRAUD"

Lo stadio Giraud, di proprietà del Comune di Torre Annunziata e ubicato in Piazzale Gargiulo n. 2, si compone dei settori curva, distinti e tribuna coperta (con 250 posti vip) per i tifosi locali, con postazioni appositamente assegnate per i diversamente abili. I sostenitori ospiti alloggiano, invece, in una fascia dei distinti a cui è possibile accedere anche direttamente dal lato autostrada, pertanto molto sicura. Gli spalti sono a diretto contatto con il terreno di gioco permettendo al pubblico di vivere tutte le emozioni del match in maniera esclusiva avendo a pochi passi i propri campioni. L’impianto può ospitare circa 10 mila unità e lo si raggiunge facilmente dato che si trova a ridosso dell’uscita autostradale Torre Annunziata Nord.
Nell’estate 2010, l’intera struttura è stata sottoposta a lavori di rifacimento. Si è provveduto a sostituire il manto erboso in erba naturale con quello sintetico di ultima generazione.
La tribuna stampa con oltre 50 postazioni e un’ampia sala stampa, permetteranno agli addetti ai lavori di svolgere la propria attività in condizioni ottimali.
Gli spogliatoi e la palestra sono ottimante attrezzati, garantendo ogni comfort ai calciatori. All’interno della struttura anche la sala medica e antidoping.
Lo stadio è dotato di impianto di illuminazione, videosorveglianza e audio. Ampi i parcheggi intorno al campo sportivo.
L’intera area riservata allo stadio Giraud è dotato di servizio Internet wi-fi.

STADIO.jpg

 

COLORI SOCIALI: BIANCOSCUDATO

 

ORGANIGRAMMA SOCIETARIO

Stagione 2019-2020
organigramma.jpg

organigramma2.jpg

organigramma3.jpg

 

ROSA: 26 GIOCATORI

(statistiche aggiornate al 7 Luglio 2020)

rosa-aggiornata-al-7-luglio-2020.png

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Premercato della nuova società oplontina

La sessione estiva di mercato a Torre Annunziata è stata forse una delle più rivoluzionarie della storia del calcio torrese, tanto che per alcuni momenti la tifoseria oplontina ha addirittura temuto l'arrivo di notizie negative sul fronte finanziario. La splendida stagione conclusa ha regalato al Savoia un "triplete" memorabile ma la ormai "vecchia" dirigenza ha avuto non pochi problemi di bilancio in termini di fair play finanziario. Il primo passo per Perez sono state le dimissioni  di fine stagione che avevano preoccupato non poco i tifosi ma il passaggio alla nuova società si è rivelato poi solamente di formale amministrazione: nessun debito e bilancio positivo; Perez probabilmente non avrebbe potuto garantire però altre stagioni di grandissimo livello e ha preferito per il bene della città e dunque della tifoseria lasciare il tutto nelle mani della nuova cordata targata "Mazzamauro". Nuovo organigramma societario che conferma solo la presenza di Mino Raiola e Gianfranco Cirillo sulla panchina, un duo imprescindibile per la storia dei bianchi. Nuovo il logo così come la denominazione del club e lo sponsor tecnico, anche i colori si rinnovano ai quali si aggiunge il rosso oltre al bianco e al nero. Quello che più aveva preoccupato i supporters di Torre Annunziata sono state le cessioni clamorose di diversi "big" protagonisti della passata stagione: Griezmann, Dybala, Bale, Saul, Fabinho e Cancelo tra i nomi più altisonanti; non è mancata però la risposta del neo Presidente Mazzamauro che dopo aver dato carta bianca a Raiola ha permesso l'arrivo in maglia bianca di altrettanti top player oltre ad aver garantito la conferma, ad oggi, di Messi, Van Dijk e Koulibaly oltre che di altri giocatori importanti. Nella conferenza stampa di ieri sono stati presentati tutti i players acquistati a titolo definitivo durante il premercato e che sono quindi oggi diventati ufficialmente giocatori della nuova U.S. Real Savoia 2014:

Romelu Lukaku, Lucas Hernandez, Tanguy Ndombele, Gabriel Jesus, Rodri, Ryan Sessegnon, Momo Salah, Pau Lopez, Lorenzo Insigne, Milan Skriniar, Roberto Firmino, Thomas Lemar, Serge Aurier

Sono stati poi confermati i trasferimenti in prestito di Gigio Donnarumma e Lucas Paquetà (Dead Rabbits) e Gabriel Jesus (Red Devils)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Raiola in Olanda per il primo nome delle buste

malen.jpg

Si tratta di un attaccante di nuova generazione, bravo a dialogare con i compagni ed a muoversi sia con che senza palla, tanto che Mark van Bommel l’ha utilizzato anche come esterno offensivo del suo 4-2-3-1, sempre con licenza di accentrarsi. Sicuramente, però, si trova più a proprio agio quando si muove da riferimento centrale, posizione in cui può sfruttare anche il proprio killer instinct negli ultimi sedici metri, oltre alle sue qualità fisiche decisamente fuori dalla norma, come dimostra l’ultimo gol segnato la scorsa stagione contro l’Heracles Almelo, in cui ha bruciato il diretto avversario sulla giocata in profondità del compagno e poi ha fulminato il portiere nell'uno contro uno. Malen ha già avuto un’esperienza lontana dall’Olanda, è stato per due stagioni nelle giovanili dell’Arsenal.

"Rimanere al PSV potrebbe essere il meglio per lui, magari con un ruolo da titolare indiscusso nella prossima annata"

A questo pensiero della stampa olandese del finale della scorsa stagione, Malen ha risposto attualmente con 8 presenze da titolare nelle quali è stato super protagonista con 8 reti  e 1 assist. Mino Raiola non ha avuto dubbi, 25 milioni sborsati per lui.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Renan Lodi sulle orme di Jordi Alba

renan.jpg

21 anni compiuti lo scorso 8 aprile, Renan Lodi è un mancino di grande spinta con una buona predisposizione all’assist: riesce a trovare sempre in maniera giusta il compagno giusto. Usa sempre il sinistro, ma si trova a suo agio anche con il destro, visto che alcuni dei suoi gol sono arrivati proprio con il piede a lui meno congeniale. Altra caratteristica di Renan Lodi è il tiro dalla distanza, che prova anche da posizione decentrata appena ne ha la possibilità. A dimostrazione della sua grande personalità, nella finale di Copa Sudamericana, a 20 anni, si incarica della battuta di uno dei 5 rigori. E poco male se lo sbaglia, perché la vittoria per l’Atletico Paranaense arriva lo stesso. Tutte caratteristiche che non possono non far piacere ad un uomo, il "Guapo" Cirillo, che fa della grinta la principale peculiarità del suo Real Savoia. 15 milioni spesi per lui, secondo nome per le buste.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Un funambolo scozzese tra i bianchi"

fraser.jpg

Il ruolo del nuovo numero 24 dei bianchi è l’ala sinistra, anche se a volte gioca nella fascia opposta. La polivalenza di Fraser gli permette di essere schierato sia come esterno destro che come esterno sinistro. Il piede preferito è il destro, anche se non esita ad utilizzare anche il mancino con ottimi risultati. Il fisico del 25enne scozzese non è assolutamente imponente, anzi è alto appena 163 cm, che però sfrutta a meraviglia grazie alla sua velocità ed agilità che gli consentono di creare scompiglio nella sua fascia di appartenenza. Le doti tecniche sono molteplici: gran crossatore, ottima visione di gioco, buoni tempi d’inserimento, dribbling efficaci e una notevole protezione della palla. Tutte queste caratteristiche lo hanno reso fondamentale nelle ultime stagioni con il Bournemouth, diventando un punto di riferimento per tutta la squadra. La scorsa stagione è stata probabilmente quella della svolta e dell'exploit del talento scozzese: se le marcature sono di un numero discreto (7), sono decisamente più impressionanti gli assist confezionati per Callum Wilson e compagni, ben 14 e che lo hanno fatto arrivare secondo nella classifica assist della Premier League, alle spalle del fenomeno in maglia Chelsea Eden Hazard (15 assistenze per i compagni).  Seguito dai grandi club della Premier, la sua valutazione di mercato e di 30 milioni di sterline, il duo Cirillo/Raiola è riuscito ad accaparrarsi il cartellino con soli 15 milioni, un grosso affare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Lee Kang-in, mister 80 milioni: il Savoia ha in casa il nuovo Heung Min Son"

lee.jpg

Incheon è famosa nel mondo per l'omonima battaglia del 1950, decisiva nella guerra di Corea, da qualche tempo è conosciuta per essere la casa della stella più lucente del calcio sudocoreano, Lee Kang-in. Non c'è nessun errore, dalle parti di Seoul sono convinti che il ragazzotto classe 2001 sia meglio di Heung Min Son, finalista di Champions League con il Tottenham, e sia destinato a ripercorrere le orme del mostro sacro Ji-Sung Park. Son ha dalla sua parte i successi in Europa con Spurs, Amburgo e Bayer Leverkusen, più quello con i Taeguk Warriors agli ultimi Giochi Asiatici, Lee Kang-in potrebbe avvicinarlo oggi, essendo stato eletto miglior giocatore del Mondiale under 20 dopo la finale persa dalla Corea del Sud contro l'Ucraina

80 MILIONI... - Lee Kang-in lo sa ed è pronto a prendersi le sue responsabilità, come ha sempre fatto in nazionale. In Francia, l'anno scorso, è stato uno dei migliori al Torneo di Tolone (due gol, a Togo e Scozia, e il posto nella squadra tipo), in Polonia, quest'anno, è stato il trascinatore, con 1 gol e 4 assist. La scalata verso l'Olimpo passava dall'Ucraina, ma indipendentemente da come è andata a finire, il numero 10 ha convinto il mondo. E c'è chi si frega le mani. Il suo agente e, soprattutto, il Valencia, che nel 2011 ha deciso di puntare su di lui con un contratto fino al 2022, con clausola fissata ad 80 milioni di euro. 

IDOLO SILVA - Tanti, per un 18enne, un mucchio di soldi che servono a tenere a distanza di sicurezza le big, tra le quali il Real Madrid, che secondo Marca gli ha messo gli occhi addosso. Los Ché puntano molto su Lee Kang-in, uno che ha iniziato a stupire a 6 anni, nel reality show calcistico "Shoot Dori", che ha continuato a farlo una volta messo piede in Spagna, del quale potrebbe diventare cittadino (che gli permetterebbe di evitare il servizio militare in Corea del Sud). Il suo gol su punizione al Borussia Dortmund, con l'under 12, se lo ricordano ancora tanti, le sue giocate sono state notate dall'allenatore della prima squadra Marcelino, che quest'anno l'ha fatto debuttare in Coppa del Re contro l'Ebro e lo tiene in considerazione in vista della prossima stagione. Il debutto in Liga e quello con la nazionale maggiore (convocato ma non impiegato a marzo contro Bolivia e Colombia) sono solo una questione di tempo, Lee Kang-in, ha tutta l'intenzione di ripercorrere le orme di David Silva, al quale si ispira, uno che al Mestalla ha lasciato il segno.  

Kangin Lee è un giocatore rapido e molto tecnico, in grado di giocare sia nella posizione di trequartista, sia in quella di ala destra, dove ha la possibilità di accentrarsi ed andare al tiro con il piede preferito, il sinistro.

Nelle selezioni giovanili coreane gioca sempre nel ruolo di trequartista, a lui viene affidata l’imprevedibilità della manovra, mentre nel suo club agisce anche da esterno offensivo di destra.

Molto abile nel dribbling (conosce molti “tricks”), bravo nella conduzione della palla in piena corsa, ha notevoli capacità balistiche, che lo rendono pericoloso dalla media-lunga distanza e sui calci di punizione.

Spesso segna con conclusioni a giro che si vanno ad infilare all’incrocio dei pali dopo splendide parabole arcuate. Il suo tiro è secco, si vede subito che sa calciare la sfera in modo pulito.

Ha una visione di gioco periferica, fondamentale che gli consente di sfornare un buon numero si assist.

Fisicamente normolineo, deve irrobustire la sua struttura corporea ed inoltre deve anche migliorare con il piede destro, in modo da essere ancora meno prevedibile.

Tatticamente può svolgere il ruolo di trequartista di un 4-2-3-1, come anche l’ala destra di un 4-3-3 (o di un 4-2-3-1).

Preso alle buste per soli 5 milioni potrebbe essere il colpaccio dell'U.S. Real Savoia 2014, uno degli acquisti più clamorosi della storia del club torrese

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Estro e strapotere fisico: Reine-Adelaide, al Savoia per spiccare il volo"

adelaide.jpg

Jeff Reine-Adelaide è un’ala, principalmente destra, che ama però svariare su tutto il fronte offensivo. Potente quando parte in progressione, fa leva sul suo dribbling e su un ottimo controllo di palla per superare in slancio i suoi avversari e creare superiorità numerica sulle corsie esterne. Molto forte fisicamente, è alto 184 cm, non teme nessun tipo di duello corpo a corpo e sulle palle alte è un avversario ostico anche per i più prestanti difensori centrali. In possesso di un buon tiro dalla distanza e di una discreta visione di gioco, Jeff ha la capacità di crossare molto bene ed allo stesso tempo di tagliare al centro e andare alla conclusione: un giocatore creativo, imprevedibile ed estroso, che può fare la differenza in qualsiasi momento della partita. Lo sa bene il Savoia che lo ha preso addirittura con 1 milione alle buste, lo ha blindato con un contratto fino al 2022 e per ora se lo tiene stretto. Con Cirillo avrà spazio soprattutto nel ruolo di centrale di centrocampo, le sue caratteristiche fisiche e tecniche sono simili a quelle di Pogba.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clamoroso: Kylian Mbappé al Savoia, botto in casa Real.....

Gabriel Jesus torna dal prestito, via Firmino

Tifosi in visibilio, molti ancora increduli. Forse lo era lo stesso tecnico oplontino Cirillo che sicuramente non si aspettava arrivasse quello che probabilmente, data l'età, risulta essere il giocatore più forte al mondo,volendo ovviamente escludere i mostri sacri Messi e Cristiano Ronaldo. Eppure Mino Raiola non ha mai mollato la presa per il francese, ormai seguito dai tempi del Monaco e che più volte è stato chiesto all'Alexcalibur nel corso delle diverse finestre di mercato. Forse le precedenti proposte non erano ritenute all'altezza a tal punto che il D.S. oplontino dopo diverse ore di riunione private, in assenza anche della stampa, con Mazzamauro insieme allo staff dirigenziale e mister Cirillo, ha dovuto ottenere il via libera per sparare una mega offerta alla squadra partenopea di @alenapoli86. Koulibaly, Insigne e Ousmane Dembélé il pacchetto confezionato dal Savoia per convincere la dirigenza dell'Alexcalibur a cedere il fenomeno Kylian Mbappé che garantirebbe al Savoia anche circa 30 milioni in termini di bonus presenza, essendo un classe 98, quindi U21. 

Contemporaneamente a questa grande trattativa la dirigenza oplontina, in accordo con quella dei Red Devils, opta per il ritorno di Gabriel Jesus in maglia bianca, anche dopo le richieste insistenti del brasiliano che non si era ambientato in questi mesi con i diavoli rossi. Bobby Firmino, al contrario, riuscirà a giocare titolare con @mrkekko che ha sempre avuto una passione per la duttilità del centravanti del Liverpool.

mbappe.png

jesus.png

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Savoia a ritmo di "Bamba"

Jonathan Bamba, lui il primo nome di Mino Raiola valido per la seconda fase del mercato dei liberi, pagato 4 milioni il talentuoso francese di origini ivoriane. Attaccante esterno ambidestro, è veloce e dotato di un ottimo controllo di palla e di un potente tiro in porta. Cirillo non ha dubbi, sarà lui il vice Salah

BAMBA.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Welcome Nelson", i tifosi salutano la nuova stella inglese

A soli 3 milioni Raiola riesce ad accaparrarsi il cartellino della nuova stella del calcio inglese Reiss Nelson. Classe 99', l'esterno offensivo dei gunners e della nazionale inglese U. 21 potrebbe rivelarsi uno dei giocatori più forti del panorama calcistico giovanile, Cirillo lo sa, Reiss avrà le sue chances.

 

NELSON.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Savoia, colpaccio Dumfries, il gigante che sa come correre"

A raggiungere l'amico connazionale Malen vestendo la nuova maglia bianca sarà Denzel Dumfries, uno che fa del suo fisico uno dei punti di forza. Un terzino destro che unisce alla corsa uno strapotere fisico, dati i suoi 189 cm di altezza. Nato a Rotterdam nel 1996 da genitori che provengono da Aruba, il suo esordio avviene nel 2015 con lo Sparta Rotterdam. Nel 2017 passa all’Heerenveen, dove si mette in mostra collezionando 8 assist e 3 gol in 33 presenze; questo gli apre anche le porte della nazionale olandese U20 e U21. L’estate successiva il PSV Eindhoven coglie l’occasione e lo acquista per 5 milioni; poco dopo scatta anche l’esordio in Champion’s League dove fa vedere ancora una volta le sue qualità. Tanto che fa bene che il ct della nazionale maggiore lo chiama per esordire contro la Germania di Loew. Dumfries non tradisce le aspettative e grazie alle sue capacità difensive abbinate al suo fisico riesce ad annullare gente del calibro di Sané e Emre Can. Quello del terzino destro però non è il solo ruolo che gli riesce di fare bene; infatti, grazie al suo fisico, può fare anche il difensore centrale e all'occorrenza il mediano.

DUMFRIES.jpg

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Bennacer al Savoia, il campione d'Africa è il nuovo faro del centrocampo oplontino"

Ismaël Bennacer (Arles, 1º dicembre 1997) è un calciatore francese naturalizzato algerino, di origini marocchine, centrocampista della nazionale algerina, con cui si è laureato campione d’Africa nel 2019. È stato inoltre eletto come miglior giocatore della Coppa d'Africa 2019 e inserito nella miglior squadra della stessa competizione. Nasce come trequartista, anche se all'occorrenza può giocare come mezzala o regista. Veloce, tecnico e dotato di una buona visione di gioco, viene definito come uno dei maggiori prospetti del calcio moderno.

BENNACER.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Mino Raiola torna dalla Russia, con lui Golovin"

Aleksandr Sergeevich Golovin; Kaltan, 30 maggio 1996) è un calciatore russo, centrocampista della nazionale russa. Centrocampista molto duttile, il cui ruolo naturale è quello di centrale, ma che si adatta facilmente anche nel ruolo di esterno sinistro; capace anche di ricoprire il ruolo di trequartista. Molto veloce, dotato di un ottimo dribbling, in possesso di un potente tiro dalla distanza, mostra grande abilità nel passaggio. Torna spesso a fare la fase difensiva, molto abile inoltre nel difendere il pallone.

GOLOVIN.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

"La supercoppa europea va al Real, primo trofeo per gli oplontini, esordio da poker per Mbappe"

 Il Savoia di Cirillo vince il primo trofeo valido per la nuova stagione 19/20 battendo nella finale di European Supercup i temibili ragazzi del Roman Utd di @holly92. Entrambi vincitori delle coppe europee dell'anno scorso (Savoia Champion's e Roman Europe Cup) si sfidano in quella che sulla carta doveva essere un match ricco di gol e spettacolo e le aspettative sono state rispettate. Cirillo manda in campo i suoi undici schierati in un 4222 (che durante il match è diventato prima 4231 e poi 442) con Courtois tra i pali; Walker, Varane, Van Dijk e Alba a completare il reparto difensivo; Kante e Pogba in mediana; Neymar e Salah sugli esterni  a supporto del duo di attacco Messi/Mbappe. Risponde @holly92 con un 4231 con Pickford tra i pali, Klostermann, Lindelof, Gimenez e Angelino in difesa; Fabinho e Delaney in mediana; Brandt, Ziyech e Correa dietro all'unica punta Dzeko. Parte subito forte il Real che al calcio di inizio dopo 13 passaggi va in vantaggio: Salah dalla destra si accentra servendo Messi, occhiata allo scatto velocissimo di Mbappe che, servito benissimo dalla Pulga, di sinistro trafigge Pickford. Minuto 11, ancora Messi lancia Mbappe che si invola in area ma di mancino la sciupa mandando la palla larga alla sinistra del portiere ospite. Monologo del Savoia e al 23'esimo è Neymar, che, suggerito da Mbappe, a tu per tu non trova il tapin del 2 a 0. Dopo 3 minuti arriva il raddoppio: tiki taka travolgente degli oplontini, uno due Messi/Mbappe al limite dell'area, il capitano mette il francese a tu per tu con Pickford e stavolta è gol. Altri tre minuti e il Savoia allunga: Salah scappa sulla destra e serve al centro l'accorrente Neymar che di prima non lascia scampo l'incolpevole Pickford, troppo alto in questo caso il Roman che lascia davvero tanti spazi. Alla mezz'ora arriva la reazione ospite: uno due Ziyech/Correa, l'argentino si lascia ipnotizzare dalla splendida uscita di Courtois. Al 44'esimo però arriva la quarta marcatura dei bianchi, targata ancora Mbappe: numero incredibile di Salah su Ziyech, l'egiziano serve Pogba che vede a sua volta Messi, ancora una volta il n. 10 vede lo scatto fulmineo di Mbappe che, egregiamente servito, trova uno splendido pallonetto ai danni di Pickford che tenta un'uscita disperata. Ammonito Lindelof nell'occasione, per un fallo su Messi. Devastante il primo tempo dei ragazzi di Cirillo che sostituisce Pogba per l'esordio di Ndombele, sicuramente più difensivo l'atteggiamento del tecnico torrese. @holly92 toglie Lindelof e uno spento Dzeko lasciando spazio ad Hermoso e Abraham, scelta quest'ultima azzeccata. Minuto 51 ed il Roman accorcia: Corre vede Abraham che scappa a Varane e spara di prima intenzione, la palla prende l'incrocio della traversa e torna sui piedi della stellina inglese, che facilmente la spinge dentro a porta vuota con Courtois ancora intento a rialzarsi. Gli ospiti sembrano dunque riprendersi e cercano di recuperare ma al 59esimo arriva la stangata, il poker del fenomeno Mbappe che, lanciato da Kante, supera in velocità Gimenez e spara forte sul palo di Pickford che non riesce a salvare.  Il match si avvia alla fine e al 77esimo Cirillo concede la standing ovation a Mbappe che viene sostituito da un'altra giovane promessa del calcio mondiale, l'olandese Malen. Fraser entra al posto di Neymar. Holly fa esordire Belotti, che prende il posto di Ziyech. Al 72esimo primo giallo per Abraham per uno spintone su Varane, dopo pochi minuti Messi cerca il gol con un velenoso diagonale di destro ma la palla si spegne in out. All'86esimo gol che chiude il match: recupero su Fabinho da parte di Fraser che innesca il contropiede oplontino, la palla arriva a Salah che si gira e lancia in profondità Malen, l'olandese scaglia a botta sicura ma Pickford ribatte, la palla rimbalza e ancora l'olandese la prende di testa e segna un gol all'esordio in maglia biancoscudata. C'è tempo ancora per un emozione nel finale, protagonista ancora Abraham che sgomita Walker e per il giudice di gara non c'è dubbio, secondo giallo e rosso per la punta dei blues. Termina così il primo match stagionale che vede subito protagonista l'U.S. Real Savoia che alza il primo trofeo anche grazie al migliore in campo Kylian Mbappe, autore di un poker all'esordio. Alla società oplontina va il premio di 5 milioni.

283px-Supercoppa-UEFA-svg.png

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 20/10/2019 at 00:53, Gianfranco said:

Savoia a ritmo di "Bamba"

Jonathan Bamba, lui il primo nome di Mino Raiola valido per la seconda fase del mercato dei liberi, pagato 4 milioni il talentuoso francese di origini ivoriane. Attaccante esterno ambidestro, è veloce e dotato di un ottimo controllo di palla e di un potente tiro in porta. Cirillo non ha dubbi, sarà lui il vice Salah

BAMBA.jpg

"Trasferimento Bam....ba, grande plusvalenza"

Il talentuoso Bamba si trasferisce a titolo definitivo al Divano Kiev del tecnico partenopeo @Manuel Gaffoni. Grande plusvalenza per il Savoia che aveva comprato Bamba per 4 milioni e riesce, grazie all'accordo tra Raiola e Giuntoli, a rivenderlo per 30 milioni. L'esterno, voluto fortemente da mister Gaffoni, non avrebbe trovato spazio tra i titolari dei ragazzi di Cirillo, ed ha preferito una squadra adatta alle sue esigenze. D'altro campo Gaffoni cercava un'esterno veloce dal momento che Brahimi ha lasciato l'Europa. La società oplontina augura alla giovane promessa francese il meglio per la sua nuova avventura partenopea.

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Via Bennacer, ancora plusvalenze.....torna a casa Lemar"

Dopo la vendita di Bamba, che ha permesso alla società oplontina di ricavare quasi otto volte tanto il prezzo pagato alle buste, Mino Raiola media il trasferimento dell'algerino Bennacer all' AC Piranhas del tecnico @abramo94, che già voleva a tutti i costi il mediano rossonero al mercato svincolati. Preso a solo 1 milione il Savoia riesce a venderlo addirittura a 25, operazione tra l'altro messa a segno in poco meno di mezz'ora e che ha permesso inoltre a Cirillo di riavere in rosa Thomas Lemar. L'esterno francese non aveva preso bene il trasferimento e ha voluto a tutti i costi rientrare a far parte del progetto biancoscudato, nonostante il chiarimento sul suo utilizzo nel turn over. Il Savoia ha dovuto sborsare 50 milioni, prezzo che aveva pagato la Longobarda precedentemente proprio per il suo acquisto.

lemar.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

" Arriva il secondo trofeo stagionale, Messi la decide in supercoppa italiana, Cirillo batte Masy"

Il nuovo Savoia, targato Mazzamauro, batte l'F.C. Winter Reindeers del tecnico partenopeo @Masy921, regalando ai supporters oplontini il secondo trofeo stagionale, con la vittoria della Supercoppa Italiana. Stessa la formazione di Cirillo adottata già nella finale di superoppa europea: 4222 con Courtois tra i pali; Walker, Varane, Van Dijk e Alba a completare il reparto difensivo; Kante e Pogba in mediana; Neymar e Salah sugli esterni  a supporto del duo di attacco Messi/Mbappe. Modulo a specchio utilizzato da Masy con Kepa in porta; Hisaj, Izzo, Romagnoli e Bernat in difesa; Ndidi e Pjanic a centrocampo; Suso e Oyarzabal a sugli esterni a supporto di Icardi e Di Maria. Parte subito forte il Savoia al 3': Mbappe lancia Messi che supera Romagnoli e spara col destro ma la palla colpisce la traversa. Al 13' ci prova da fuori Icardi, servito da Ndidi, ma il suo mancino esce di qualche metro fuori sul fondo. Travolgente il possesso palla delle "renne" che cercano, a ritmi bassi, di trovare il giusto varco. Ancora i bianchi però pericolosi al 19' con Mbappe che si invola in area superando Romagnoli e spara sul primo palo col mancino, ma la bomba si infrange sul palo alla destra di Kepa. Prezioso il passaggio di Pogba per Mbappe nell'occasione. La doppia risposta del Winter arriva alla mezz'ora: Icardi, prima, servito da Di Maria cerca con un destro dal limite di superare Courtois, bella però la parata del belga. Ancora Icardi, dopo pochi minuti ci riprova di testa, grazie ad un bel cross di Di Maria dalla sinistra, il centravanti argentino però trova una splendida parata di Courtois, attentissimo nell'occasione. Il Savoia non ci sta e la reazione al 46' porta al vantaggio: invenzione di Pogba che con la coda dell'occhio vede e serve Messi che in velocità salta ancora una volta Romagnoli e di destro stavolta trafigge l'incolpevole Kepa, sancendo anche la fine del primo tempo. La seconda frazione di gioco inizia con entrambe le squadre che si studiano e fanno possesso nell'attesa di trovare spazi. Al 60' ci prova Salah a giro ma il suo sinistro si spegne alto sul fondo. Al 72 e all' 83' cambi per le due formazioni: Ndombele sostituisce Pogba (migliore in campo), Pizzi entra al posto di Suso; Lukaku e Malen entrano al posto di Salah e Neymar, mentre Masy inserisce Haller al posto di Icardi. Il match non regala poi più emozioni e al 92' l'arbitro decreta la fine del match. Savoia vincitore della supercoppa italiana e indennizzo di 5 milioni.

supercoppa-italia.png

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...